Home » Pioggia di multe, aumentano ancora gli importi da pagare: per gli automobilisti diventa un incubo

Pioggia di multe, aumentano ancora gli importi da pagare: per gli automobilisti diventa un incubo

Cattive notizie in arrivo per tutti gli automobilisti riguardo le multe che aumenteranno: ecco quanto si sborserà in più se si verrà pizzicati a compiere infrazioni al Codice della Strada. Un incubo che presto potrebbe abbattersi su tutti.

Gli aumenti sono all’ordine del giorno e ci mancavano solo le multe stradali maggiorate a completare un quadro già critico e preoccupante per milioni di famiglie. Dal 1 Gennaio 2023 infatti le sanzioni agli automobilisti e motociclisti saranno maggiori rispetto all’anno in corso.

Vigile fa multa – giornalemotori.it

Questo per colpa dell’inflazione galoppante che dal mese di agosto è aumentata del 10,4%, stando ai dati Istat: tendenza destinata ad esser confermata fino a dicembre. Ciò comporterà un inevitabile aumento dei prezzi delle tasse e anche ovviamente delle sanzioni stradali.

Secondo l’articolo 195 comma 3 del Codice della Strada l’importo delle sanzioni è rivedibile e modificabile ogni 2 anni in base all’indice Istat dei prezzi al consumo di famiglie di impiegati e operai. Questo dato ovviamente viene calcolato sul biennio precedente al provvedimento, per cui scatta dal 1 Gennaio del periodo in questione.

Pertanto aspettiamoci una stangata severa sul costo delle multe a partire da Capodanno, quando commettere un’infrazione per strada potrebbe costarci davvero carissimo. Scopriamo tutto sulle novità in materia, per prepararci e sapere cosa ci attende tra qualche mese.

Multe stradali: cosa ci aspetta da gennaio 2023

Secondo l’Istat l’indice dei prezzi al consumo di ottobre è aumentato dello 0,8% rispetto al mese prima e del 10,4% rispetto allo stesso periodo del biennio precedente. Ciò comporta un ritocco verso l’alto in virtù del fatto che tale inflazione è ahinoi destinata ad aumentare nei prossimi mesi e, a sentire gli esperti, anche anni.

Dal 1 Gennaio 2023 le multe saranno dunque maggiorate del 10% circa, in relazione a tali aumenti: una beffa e una sconfitta, se pensiamo che nel 2021 dopo 25 anni il trend pareva essersi invertito, se pur di poco. Ma quello che ci chiediamo tutti è: quanto ci costerà in più prendere la multa?

Vigile urbano lascia contravvenzione – giornalemotori.it

Stando sul pratico, una sanzione per divieto di sosta passerà da 42 a 46 euro, mentre l’uso del cellulare alla guida dai 165 ai 181 euro. Stesso discorso per il superamento dei limiti di velocità, che dai 543 arriveranno ai 597 euro qualora il range di tolleranza di 40-60 Km/h sia stato superato. In un contesto e periodo storico sociale così delicato e per nulla roseo, l’ASAP (Associazione della Polizia stradale) ha chiesto al Governo di bloccare gli aumenti per il biennio 2023-24 nell’attesa che le acque tornino calme, se non proprio serene.