Home » Non riesci a togliere gli aloni quando lavi i finestrini delle auto? L’unica soluzione è questa | Spendi pochissimo

Non riesci a togliere gli aloni quando lavi i finestrini delle auto? L’unica soluzione è questa | Spendi pochissimo

Pulire i vetri dell’auto senza lasciare aloni avendo gli strumenti adatti è semplice ed è alla portata di chiunque. Non ci credete? Vi diciamo noi come fare. Pronti a prendere appunti?

Spesso un graffio leggero che si forma sul parabrezza o su uno dei finestrini della vettura può essere rimosso semplicemente procedendo a pulire i vetri dell’auto. Dunque, niente panico! Vi diamo noi le dritte!

Aloni vetri auto Giornalemotori.it

Basta solo munirsi della poca strumentazione necessaria, armarsi di pazienza e  iniziare l’operazione, senza alcuna fretta che- si sa- sa essere davvero una cattiva, per non dire, proprio pessima consigliera.

Il procedimento da mettere in atto  si può dividere in due parti: la prima è la pulizia della parte interna ed esterna, mentre  la seconda è  la lucidatura del vetro esterno, con tanto di  applicazione di un sigillante. Ma andiamo per gradi…

Altro fattore da tenere in alta considerazione nella pulizia dei vetri dell’auto è la scelta del detergente, che deve essere appositamente ideato per le automobili ed è -quindi-  totalmente diverso da quello che impieghiamo per pulire i vetri di casa, i cui detergenti contengono non di rado ammoniaca e altri agenti chimici particolarmente pericolosi per i vetri dell’auto. Ergo, non facciamo questo errore di valutazione, ok?

Dove acquistare il prodotto?

Il detergente si trova sia nei supermercati, sia online e su Amazon. Oltre ad esso , procuratevi un bel panno in microfibra sufficientemente abrasivo che vi permetterà di strofinare il vetro dell’auto in modo molto  delicato senza graffiarli.

Gli step da seguire

Per lavare i vetri dell’auto senza rilasciare assai inestetici  aloni dovete poi scegliere sia il momento che il luogo più indicati.  Inoltre nel lavaggio della vettura, la pulizia e lucidatura di parabrezza, lunotto e finestrini è di solito l’ultima cosa da fare.

E poi la pulizia va fatta necessariamente ben  lontano dalla luce diretta del sole, e quando i vetri  sono asciutti dal momento che, qualora non lo siano, esso può far asciugare il detergente e creare quindi aloni e segni sul vetro, vanificando pertanto in men che non si dica  tutto il processo.

Fatte queste doverose promesse, vediamo come procedere, passo dopo passo, alla pulizia dei vetri della nostra auto, ok?

Abbassiamoli solo per metà al fine di avere libero accesso alla parte superiore del vetro. Spruzziamo   un po’ di detergente per vetri sul vetro e pulite a fondo utilizzando il panno in microfibra per strofinare il detergente su tutta la microfibra, muovendoci in maniera lineare e costante da un una parte all’altra.

Ora ripetiamo la stessa identica operazione  su tutti e due i lati del vetro e pure  su tutti quanti i vetri della vettura. Per asciugare, usiamo- ovviamente-  il lato asciutto del panno in microfibra e procediamo poi  ad eliminare tutta  quanta l’umidità del finestrino. Adesso alziamo  e puliamo  la parte inferiore, ripetendo la stessa operazione appena indicata senza farci prendere dal panico o dalla fretta.

Aloni vetri auto Giornalemotori.it

E il parabrezza e il lunotto posteriore come li puliamo? Niente paura! Anche in questo caso, spruzziamo  il detergente per i vetri dell’auto  in primis sul parabrezza e in secundis   sul lunotto posteriore,  strofinando con il panno in microfibra,  compiendo un movimento dall’alto verso il basso e da parte a parte, sempre in maniera costante e regolare.

A questo punto eliminiamo come si deve  l’umidità sempre usando il lato asciutto del panno in microfibra per dire un bel no sicuro agli aloni.

Quando sarà tutto ben pulito, si può procedere all’ atto di togliere qualsiasi segno e puntino con dell’acqua pulita, senza – però- aggiungere additivi,  al fine di migliorare nettamente  la pulizia della macchina.

Spruzziamo- dunque-  semplicemente l’acqua sul vetro, con estrema  delicatezza, servendoci  possibilmente di un tubo flessibile per il vetro esterno, e di uno spray per pulire il parabrezza dell’auto all’interno. Infine, asciughiamo  con il panno in microfibra et voilà, l’operazione di pulizia è bella che finita!