Home » Nuova Honda Transalp: motore, design e prezzo I Tutto quello che c’è da sapere sulla storica moto

Nuova Honda Transalp: motore, design e prezzo I Tutto quello che c’è da sapere sulla storica moto

Ad Eicma 2022 Honda presenta la nuova XL750 Transalp. Che gioiellino, ragazzi! Un motore bicilindrico in linea da 92 Cv di potenza e 75 Nm di coppia, cerchio da 21” all’anteriore e possibilità di averla in versione depotenziata per possessori di patente A2.

Sono passati ben 36 anni  dalla presentazione della prima Honda Transalp, che dopo ventisei anni di onorata e stupenda  carriera, in commercio dal 1987 al 2013, ha salutato il pubblico ed è uscita  tristemente di scena.

Honda Giornalemotori.it

Un modello assolutamente splendido e  iconico, che ha segnato nettamente  un’era del motociclismo mondiale e che ha contribuito in maniera sostanziale allo sviluppo, in quegli anni, delle moto adventure come le conoscevamo un tempo.

Ad Eicma 2022,  ben nove anni dopo l’addio alla XL700V, Honda toglie i veli alla nuova XL750 Transalp. Una moto che si va a posizionare  esattamente a metà strada fra la CB500X e la possente Crf11ooL Africa Twin, anche per quanto riguarda il  suo prezzo.

Almeno così si presume ed è assolutamente doveroso dirlo al fine di non creare false ed errate aspettative, dal momento che non è stato ancora reso ufficiale.

Ma quali cambiamenti sono stati apportati?

Le linee della Transalp , come la conoscevamo sino al 201, 3 mutano e si adattano al 2022, con un profilo ben più snello e privo di tanti fronzoli – Dunque il suo è- indubbiamente-  un look  molto easy e e pulito senza estremizzazioni, ma comunque raffinato ed elegante.

L’assetto rialzato ben  sottolinea lo spirito  squisitamente e infinitamente avventuroso, mentre la carenatura e il parabrezza offrono protezione dal vento pur essendo  assai compatti nei volumi.

Tre le colorazioni,  tutte quante decisamente accattivanti,  troviamo anche la splendida Ross White Tricolour con cerchi oro che rende omaggio alla XL600V originale, segnando  così  in  maniera raffinata e grintosa il ritorno di un’icona.

Disponibili anche le alternative Mat Iridium Gray Metallic e Mat Ballistic Black Metallic. Vastissima  è poi la gamma accessori, comprensiva di varie soluzioni sia di carattere sportivo che  meramente turistico, tra cui dettagli estetici, borse morbide oppure rigide, un parabrezza alto e deflettori superiori/inferiori per affrontare un lungo viaggio, anche in due. Di serie, invece, c’è l’indispensabile portapacchi.

Le sue caratteristiche

I cilindri rimangono due, ma anziché essere posizionati a V sono posti in linea. La potenza è di 92 Cv a 9.500 giri/min e la coppia di 75 Nm a 7.250 giri/min, di fatto adotta lo stesso motore della nuova Honda CB750 Hornet, il 755 cc 4T con omologazione Euro 5. La XL750 Transalp, guidabile anche con patente A2 nella versione dedicata limitata a 48 Cv di potenza massima dispone di frizione assistita con antisaltellamento e comando del gas Throttle By Wire con un carattere dell’erogazione adatto al turismo ed al comfort, cinque riding mode, Sport, Standard, Rain, Gravel e il personalizzabile User, cinque livelli di controllo di trazione Hstc, Honda Selectable Torque Control, integrato con il controllo dell’impennata, tre livelli di erogazione della potenza e tre livelli di freno motore.

L’impostazione Abs off-road consente poi  di avere il totale controllo della ruota posteriore ma solo  ed esclusivamente nella modalità User. Il cambio elettronico quickshifter è- invece- un  optional.

Ok, ma ora veniamo ora a un argomento che vi starà- certamente- molto ma molto a cuore, ovvero i consumi… Quali sono?

Quelli  dichiarati sono di 23 km/l nel ciclo medio Wmtc per un’autonomia di 390 km con il pieno di 16,9 litri. Il telaio in acciaio con struttura a diamante e il telaietto reggisella in tubi in acciaio integrato dal peso complessivo di 18,3 kg, il 10% in meno rispetto a quelli della CB500X, lavorano in stretta e puntuale sinergia con sospensioni Showa di alta, o meglio, altissima qualità ed estrema efficacia.

La forcella rovesciata Sff-Catm con steli da 43 mm di diametro e 200 mm di escursione e l’ammortizzatore posteriore con leveraggio Pro-Link con escursione di 190 mm vantano precarico molla regolabile e promettono di assorbire ogni asperità, oltre che offrire grande sicurezza di guida che è-come ben sapete- un aspetto che non dobbiamo mai e poi mai sottovalutare.

Honda Giornalemotori.it

E ciò è possibile – a onor del vero-  anche al doppio freno a disco wave da 310 mm di diametro con pinze a due pistoncini all’anteriore e disco singolo da 256 mm con pinza a pistoncino singolo al posteriore per un’azione frenante super modulabile e infinitamente  naturale. E con le ruote a raggi 90/90-21 all’anteriore e 150/70-18 al posteriore montate su pneumatici Metzeler Karoo Street o Dunlop Mixtour non c’è percorso che non si possa affrontare in totale serenità.

Altre caratteristiche?

Le carenature snelle e  le sovrastrutture che  creano un  assolutamente irresistibile equilibrio tra protezione aerodinamica, comfort su strada e capacità in off-road, con la sella posta a 850 mm da terra,  esattamente 10 mm più in basso dell’Aprilia Tuareg 660 e 25 mm in meno della Yamaha Ténéré 700 versione 2023. Come optional è disponibile pure una sella bassa a 820 mm, mentre la luce a terra è di 210 mm.

Ma quanto pesa la nostra moto dei sogni? Con il pieno di benzina 208 kg.

E che vi possiamo dire-infine- dei servizi e di altre accattivanti migliorie?

L’equipaggiamento della Honda XL750 Transalp 2023 prevede un cruscotto Tft a colori da 5” che mostra i valori relativi al tachimetro e al contagiri in ben  quattro modalità diverse, tre analogiche e una a barre, in base alle preferenze del pilota. Presenta la connettività Hsvcs, Honda Smartphone Voice Control System, compatibile sia  con iOS che Android per gestire chiamate, messaggi, musica e navigatore. A ciò si aggiungono una presa Usb-C, fari full Led, indicatori di direzione a disattivazione automatica e con segnalazione frenata di emergenza.