Home » Bollo auto, l’esenzione è prevista in questi casi: sfrutta subito l’occasione

Bollo auto, l’esenzione è prevista in questi casi: sfrutta subito l’occasione

Informazioni sul pagamento del bollo auto Lazio: il calcolo dell’importo e le esenzioni in vigore per alcune categorie di utenti o veicoli. Tutte le cose da sapere e da segnare in agenda per essere sempre in regola!

Aggiornamento dell’11 novembre 2022 con le più recenti informazioni sul pagamento del bollo auto 2023 nel Lazio. Prendete carta e penna e prendete nota come si deve!

Bollo auto Giornalemotori.it

Per conoscere l’importo da versare si può consultare il tariffario del Lazio o utilizzare il servizio online Calcolo Bollo Auro dell’ACI. Ricordiamo- tuttavia – che il primo bollo per un veicolo nuovo dev’essere – necessariamente e obbligatoriamente- pagato entro e non oltre  l’ultimo giorno del mese di immatricolazione. Ma- occhio- perché  se  quest’ultima è avvenuta negli ultimi 10 giorni del mese, la tassa si può pagare anche nel corso del mese successivo.

Invece per quanto concerne  pagamento per il rinnovo della tassa automobilistica di veicoli già circolanti , vi comunichiamo che dev’essere invece effettuato nel corso del mese successivo alla scadenza dell’ultima tassa dovuta.

Infine,  chi acquista un’auto usata da un rivenditore autorizzato, se il veicolo ha già un bollo in corso di validità bisogna rispettare la periodicità acquisita e pagare entro il mese successivo alla scadenza. mentre se  concessionario ha chiesto l’esenzione, si applicano le regole previste per il primo pagamento dei veicoli nuovi.

Come e dove pagarlo

È comunque ben  attivo un servizio di notifica del bollo nella Regione Lazio, predisposto in  stretta collaborazione con l’ACI.  Come utilizzarlo? Basta iscriversi gratuitamente al servizio per ricevere, qualche giorno prima della scadenza, un promemoria per email o SMS con la data entro cui effettuare il pagamento e l’importo esatto da versare. Il bollo auto nel Lazio si può pagare in molti modi? Quali? Ve li elenchiamo noi:  servizio pago Bollo on line di ACI,  delegazioni ACI, agenzie Sermetra, esercizi convenzionati Banca 5,  Poste Italiane, mediante pagamento online allo sportello e attraverso gli altri canali messi a disposizione; punti vendita Lottomatica e agenzie di pratiche auto autorizzate presenti sul territorio (Isaco, PTAvant, Stanet, Agenzia Italia Net Service),  banche e altri operatori aderenti all’iniziativa PSP tramite i canali da questi messi a disposizione.

Bollo auto Giornalemotori.it

La Regione Lazio contempla  poi numerose agevolazioni per alcune categorie che sono -pertanto- esentate dal pagamento del bollo auto, oppure beneficiano di una riduzione, in certi casi anche importante.

In primis vi sveliamo che sono esentate le vetture destinate ai disabili. È prevista l’esenzione dal pagamento del bollo auto per i veicoli destinati alla mobilità dei cittadini portatori di handicap lo invalidi, con limitazione di cilindrata: fino a 2000 cc per i veicoli a benzina e ibridi benzina/elettrico; fino a 2800 cc per i veicoli diesel e ibridi gasolio/elettrico; e fino a 150 kW per i veicoli elettrici.

Esenti lo sono anche i veicoli storici ultratrentennali. I veicoli storici ultratrentennali non adibiti a uso professionale sono esenti dal pagamento della tassa automobilistica. L’esenzione è automatica e non occorre quindi presentare alcuna domanda né essere iscritti in un registro storico. Se -però-  un veicolo ultratrentennale è posto in circolazione su strade e aree pubbliche è dovuta una tassa di circolazione forfettaria annuale. Le cifre?  28,40 euro per gli autoveicoli e 11,36 euro per i motoveicoli.

Pagano meno i veicoli storici ultraventennali. Gli autoveicoli e i motoveicoli di età compresa tra 20 e 29 anni, iscritti in uno dei registri ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, in possesso del Certificato di Rilevanza Storica rilasciato da detti registri annotato sulla carta di circolazione, usufruiscono di una riduzione del 50% sull’importo del bollo auto. Dunque,  un bel risparmio!

Diminuzioni previste anche per autoveicoli, motocicli e ciclomotori elettrici, a due, tre o quattro ruote, godono dell’esenzione dal pagamento del bollo auto per 5 anni a decorrere dalla data di prima immatricolazione. Alla fine di questo periodo, per gli autoveicoli elettrici si deve corrispondere una tassa pari a 1/4 dell’importo standard. Mentre per i motocicli e i ciclomotori la tassa deve essere corrisposta per intero. Invece le autovetture e gli autoveicoli a uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano, purché conformi alle direttive UE in materia di emissioni inquinanti, sono sempre soggetti al pagamento di 1/4 della tassa automobilistica prevista per i corrispondenti veicoli a benzina.

Infine,  a decorrere dal 2014 il Lazio ha disposto l’esenzione temporanea pari a 3 anni, decorrenti dalla data di immatricolazione, per i nuovi autoveicoli con alimentazione ibrida benzina/elettrica o con alimentazione doppia benzina/idrogeno.