Home » Bonus auto 2022, il termine ultimo vicinissimo alla scadenza: annunciata la data

Bonus auto 2022, il termine ultimo vicinissimo alla scadenza: annunciata la data

Il nuovo decreto del governo ha stabilito i nuovi importi degli incentivi per chi decide di acquistare macchine ibride. Attenzione, però, non tutti possono accedervi.

In questo periodo di forte crisi economica, dovuta al rincaro delle bollette sull’energia elettrica, il governo ha deciso di varare nuovi decreti che riguardano gli incentivi sull’acquisto di macchine elettriche.

bonus auto
bonus auto giornalemotori.it

Ad oggi sempre più persone sono intenzionate a non inquinare l’ambiente e per farlo ricorrono all’acquisto delle auto a poca emissione di CO2 nell’aria. Il governo, per questo motivo, ha deciso di dare un aiuto alle famiglie italiane.

Bonus auto 2022, ecco a chi spetta

Il nuovo decreto sulle auto elettriche, varato lo scorso 7 ottobre, è già entrato in vigore alla fine del mese di ottobre.

Con questo decreto sono stati innalzati gli importi fino a 7500 euro per l’anno in corso, aumentando del ben 50% i contibuti aggiuntivi che, però, spettano solo alle famiglie con un reddito inferiore ai 30 mila euro. Questo incentivo, però, sarà spendibile solo per una persona a famiglia ed è applicabile solo alle fasce di auto 0-20 gCO2/km e 21-60 gCO2/km.

bonus auto
bonus auto giornalemotori.it

Il nuovo ecobonus, che offre ecoincentivi per l’acquisto di auto elettriche, è esteso anche per i modelli di vetture meno inquinanti di diesel, benzina, Gpl e metano. La cifra varia in base al tipo di auto che si vuole acquistare e, di conseguenza, alle emissioni di CO2. Dunque, minori saranno le emissioni, maggiore sarà lo sconto.

Per poter usufruire dello sconto, bisogna rispettare 4 condizioni:

  • Bisogna essere proprietari del veicolo acquistato (anche con finanziamento) per almeno 12 mesi; a tal fine deve essere compilata una dichiarazione di presa d’atto del mantenimento della proprietà del veicolo acquistato almeno per 12 mesi. La dichiarazione dovrà essere presentata al concessionario al momento dell’acquisto dell’automobile;
  • L’auto che si vuole acquistare dovrà avere un costo inferiore rispetto a quelli fissati per i bonus passati;
  • In base alle emissioni di CO2, il bonus varia, a seconda se la macchina inquina di più o no.
  • Con questi bonus non è necessario rottamare un veicolo vecchio, ma se si vuole ottenere un bonus più elevato è necessario che il veicolo da rottamare sia di classe inferiore a euro 5; per la terza fascia esistono bonus solo in caso di rottamazione (di veicoli di classe inferiore a euro 5), per la prima e seconda fascia è previsto un bonus più alto se si rottama, più basso, invece, se non si rottama (sempre veicoli di classe inferiore a euro 5).