Home » Automobili, regolate la pressione delle gomme in questo modo: se non lo fate rischiate davvero grosso

Automobili, regolate la pressione delle gomme in questo modo: se non lo fate rischiate davvero grosso

Secondo i  consigli di esperti del mestiere è assolutamente  necessario conoscere come regolare la pressione degli penumatici in base alla stagionalità, specie se si sta parlando dell’inverno… Vediamo insieme ” il tutto”…

La corretta pressione degli pneumatici in inverno non ha nulla a che vedere con gli pneumatici invernali. Partiamo con il dire questo. Col freddo la pressione si abbassa a prescindere dal tipo di gomme. Se vuoi sapere come regolare la pressione delle gomme in inverno, ecco le dritte da seguire passo dopo passo…

Pressione penumatici Giornalemotori.it

La temperatura è- indissolubilmente- legata alla pressione, anche per gli pneumatici, ed è proprio  questo il motivo fondamentale che richiede regolare la pressione delle gomme a ogni cambio stagionale. Ecco tosto spiegato il perché in presenza di freddo la pressione tende ad abbassarsi e -quindi- capita bene che  va controllata più spesso,  soprattutto quando le temperature diminuiscono  e pure di  parecchio. Con climi miti è sufficiente – invece- seguire le indicazioni sul libretto d’istruzioni dell’auto e gonfiare le gomme in base al carico. Se la temperatura scende  di tanto  però, la pressione delle gomme in inverno va aumentata di +0.1 bar ogni 10°C in meno di differenza tra il garage e l’esterno. Un esempio pratico in tale  direzione : temperatura interna garage +20°C (esterna -10°C); pressione raccomandata 2.2 bar con clima mite; pressione corretta in inverno alla temperatura di -10 °C, 2.5 bar.

La pressione che aumenta nelle gomme con il freddo

Perché aumentare la pressione gomme in inverno? Perché, a meno di controllare le gomme direttamente all’aperto, i locali garage-officina sono relativamente più caldi delle temperature invernali sottozero all’esterno . Se la pressione degli pneumatici è misurata all’interno, risulterà -di conseguenza-  decisamente troppo bassa per le temperature esterne.

Ma attenzione! Cercate anche di non  gonfiare eccessivamente le gomme se la pressione è regolata più alta nelle situazioni consigliate dall’ETRTO  che altro non è che l’ Organizzazione Tecnica Europea per  Pneumatici e Cerchi.

“Quando la macchina è sottoposta a condizioni di guida impegnative, come la  guida ad alta velocità per molto tempo e il  traino di un rimorchio o di un caravan,  si raccomanda di aumentare la pressione di gonfiaggio (a freddo) di 30kPa (+0.3 bar) a meno che non ci siano indicazioni specifiche differenti nel libretto d’uso e manutenzione del veicolo”, consigliano caldamente gli esperti. Ma come possiamo risolvere- per così dire- ” la faccenda”?

Pressione penumatici Giornalemotori.it

Beh, diciamo che una soluzione è quella di gonfiare le gomme con azoto in inverno  dal momento che aiuta a limitare l’effetto della permeabilità della gomma. Tuttavia c’è anche da dire che non  evita i controlli alla pressione.

Secondo l’ETRTO- difatti-  in normali condizioni d’uso, gonfiare le gomme con azoto è addirittura del tutto superfluo! In città o comunque in condizioni non estreme  ci sono tante potenziali fuoriuscite di aria dalla gomma che richiederanno sempre e comunque un controllo regolare della pressione sia  in inverno che in estate. Qualche esempio?  Le forature della gomma,  l’ accoppiamento cerchio/ruota imperfetto,  la  perdita zona tallone e la tenuta valvola/cerchio. In ogni caso fare un bel controllo dal vostro gommista di fiducia quando le temperature cambiano notevolmente, è sempre il miglior consiglio!