Home » Nuova Fiat 600, ecco le prime immagini del gioiellino made in Italy: disponibile in versione termica ed elettrica

Nuova Fiat 600, ecco le prime immagini del gioiellino made in Italy: disponibile in versione termica ed elettrica

Prime foto spia del prototipo camuffato del nuovo B-SUV in arrivo previsto per il 2023 oramai alle porte… E intanto sale l’attesa…

Il sito Passione Auto Italiane nelle scorse ore ha pubblicato le prime, primissime foto spia di quello che dovrebbe- e qui il condizionale è necessario-  essere il prototipo camuffato della nuova Fiat 600.

Fiat Giornalemotori.it

Come già accade con l’ assai popolare 500, questo modello avrà un’estetica  dal gusto tipicamente retrò e si prevede anche il ritorno del nome nuova Fiat 600. Lunga circa 4,10 metri, si collocherà dunque- tra le future Panda e Multipla all’interno della  vasta gamma della principale casa automobilistica  made in Italy. La nuova Fiat 600 si avvarrà poi della piattaforma CMP/eCMP di seconda generazione del gruppo Stellantis,  ergo- come è facile intuire- sarà disponibile in versione termica ed elettrica al 100 %. Le versioni a benzina, che saranno commercializzate solo – e ve lo diciamo molto chiaramente- in alcuni mercati selezionati come Spagna o Italia, monteranno un motore 1.2 PureTech tre cilindri turbo da 101 CV. Detto ciò, vediamo di scoprire qualche altro dettaglio più accattivante…

Le sue caratteristiche

Le varianti elettriche -dal canto- loro disporranno di un motore da 156 CV (115 kW) e 260 Nm prodotto da Emotors, la joint venture tra Stellantis e lo specialista Nidec. Le sue batterie- che sono l’elemento che deve starci molto a cuore-  avranno una capacità di 51 kWh utili e saranno composte da celle NCM 811 (80% nichel, 10% cobalto, 10% manganese) di origine CATL.

La nuova Fiat 600 avrà- pertanto- un’autonomia di circa 400 km WLTP . Il pacco batteria  potrà anche contare su un sistema di raffreddamento a liquido direttamente associato ad un’efficiente pompa di calore. Per quanto – invece- concerne  la ricarica, il veicolo potrà raggiungere una potenza massima di 100 kW in corrente continua (0-80% in 25 minuti). Tuttavia è anche  possibile che prossimamente venga aggiunta una versione sportiva dell’Abarth, ma pure in questo caso ci stiamo muovendo nel settore delle ipotesi e non delle certezze.

Fiat Giornalemotori.it

Dalle immagini spia, che sebbene non siano tanto numerose,  notiamo che l’auto manterrà- perlomeno a quanto sembra-  l’ottica tonda che- come ben sappiamo- è assai  tipica della famiglia 500, mentre il logo frontale FIAT lascerà il posto- come è anche ovvio che sia-  al nome “600”. L’abitacolo manterrà l’estetica retrò degli esterni, con strumentazione digitale squisitamente  rotonda e una grande modanatura in plastica verniciata in tinta con la carrozzeria. Il touch screen del sistema di infotainment adotterà un formato orizzontale e non sarà integrato nel cruscotto.  E poi potrà contare su un numero davvero elevato di aspetti che si potranno personalizzare.