Home » Limite di velocità, in città scende a 30 km/h: è tutto vero | Controlli a tappeto

Limite di velocità, in città scende a 30 km/h: è tutto vero | Controlli a tappeto

Torino viaggerà ad una velocità ridotta rispetto alle altre città italiane. A decidere di rivoluzionare, o meglio,  di rallentare la viabilità del capoluogo piemontese è stata l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Lo Russo, che ha approvato l’abbassamento del limite di velocità da 50 a 30 chilometri km/h in tutte le strade cittadine senza diritto di precedenza. E occhio ai controlli che saranno a tappeto!

Nello splendido capoluogo del Piemonte ora bisogna darsi una bella regola quando si è al volante, altrimenti arriveranno delle belle multe!

Limiti di velocità Giornalemotori.it

La mozione è stata presentata dal capogruppo della Lista civica per Torino, dunque  dal consigliere Silvio Viale. Tra l’altro pensate che  tale proposta ha incassato l’approvazione , quasi al 100%, visto che ha ottenuto  27 voti a favore e solamente 3 contrari.

A muovere e far approvare questo  assai brusco abbassamento del limite di velocità nella città di Torino è il fatto che gli incidenti sono principalmente causati dalla distrazione e dal mancato rispetto della precedenza. Problematiche che- per la verità- riscontriamo un po’ ovunque nel nostro Paese.

Di conseguenza questo provvedimento invita ad incentivare una maggiore attenzione da parte degli automobilisti nel rispettare le regole e- soprattutto-  la moderazione della velocità. La mozione sottolinea anche come la “velocità commerciale” nella città torinese superi raramente i 25 km/h, manifestando una certa inutilità nell’accelerare fra un incrocio e l’altro nelle vie senza diritto di precedenza. E come reagiranno a ciò i cittadini?

In centro si va piano!

Resteranno- invece- con il limite di 50 km/h quelle strade di scorrimento, creando di conseguenza delle zone 30 nei vari quartieri circondate ed attraversate da strade di collegamento con un limite di 50 km/h. L’abbassamento del limite di velocità da 50 a 30 kh/h in tutte le strade cittadine senza diritto di precedenza nella città di Torino è un escamotage pensato appositamente per cercare di evitare il crearsi di tamponamenti e incidenti che ogni giorno causano feriti e- in alcuni casi- anche morti. Inoltre ciò favorirebbe- e pure di gran lunga- la decisione di acquistare e di utilizzare macchine elettriche che sono il presente ma che saranno- soprattutto- il futuro. Una scelta che molti torinesi hanno già fatto quasi in massa…

Limiti di velocità Giornalemotori.it

Non per nulla c’è anche da dire che  il  numero di autovetture elettriche, ibride ed eco-friendly sta aumentando a Torino, sulla cui superficie starebbero sì aumentando le postazioni di ricarica ma non con lo stesso ritmo del rinnovamento del parco auto, manifestando di  diretta conseguenza una certa- e persino pesante-  carenza alla quale le autorità civili dovranno  necessariamente- oltre che assai alla svelta- porre rimedio, onde evitare sul nascere le polemiche e il malcontento dei cittadini.

Tuttavia c’è anche da intendere che  -chiaramente- l’abbassamento  limite di velocità coinciderebbe  pure  con un minor consumo di energia delle batterie che alimentano le auto elettriche, il che vorrebbe dire minor affluenza alle colonnine di ricarica. E così- come ben capite-almeno in  parte si risolverebbe il problema poco fa esposto.