Home » Carburante, in questo caso specifico può creare danni al motore: se non ci fai caso butti la macchina

Carburante, in questo caso specifico può creare danni al motore: se non ci fai caso butti la macchina

Attenzione a un particolare atteggiamento di dimenticanza che potrebbe costare caro alla vostra auto: ecco cosa non dovete fare per evitare di creare danni irreparabili al vostro motore e incorrere in costi esorbitanti.

Chi non usa per parecchio tempo la propria auto può incorrere con grande probabilità in una serie di imprevisti e inconvenienti legati al mancato utilizzo del veicolo. Tra i più diffusi certamente abbiamo la batteria che si scarica: un grande classico che viene risolto con l’ausilio dei cavi il più delle volte.

danno motore – giornalemotori.it

In pochi però sono a conoscenza del fatto che c’è un particolare componente che, se lasciato a lungo nel serbatoio, può arrecare danni gravi al motore: la benzina. Essa infatti come pochissimi automobilisti sanno ha una data di scadenza, proprio come gli alimenti.

Superata tale dead line, il noto carburante lasciato stagnare nel serbatoio inizia a creare i primi danni al motore. Fondamentale diviene quindi risalire innanzitutto alla scadenza effettiva della benzina e anche, in aggiunta, conoscere i modi e le indicazioni per evitare di rovinare per sempre il motore.

La benzina perde le sue proprietà dopo 6 mesi, a differenza del gasolio che invece ne impiega circa 12 dallo stoccaggio prima di esaurire le sue caratteristiche utili. Una quantità di benzina andata a male, per così dire, all’interno de serbatoio genera danni che purtroppo inizialmente non sono visibili. Ed è questo il grosso problema: prevenire prima che sia troppo tardi.

Benzina da tempo nel serbatoio: come evitare danni

Esistono alcuni piccoli ma essenziali accorgimenti che possono evitare danni dovuto alla benzina scaduta all’interno del nostro serbatoio. In primis, sembrerà banale, ma il consiglio è quello di utilizzare spesso la macchina così da far girare il carburante e mettere benzina “fresca” almeno ogni 30 giorni.

In secondo luogo, l’accorgimento forse più importante se si prevedono periodi di sosta dall’uso è quello di lasciare il serbatoio il più pieno possibile. Ciò eviterà innanzitutto la formazione di umidità e di conseguenza la formazione di sporco che andrà a rovinare alla lunga pistoni e cilindri.

rifornimento benzina – giornalemotori.it

Attenzione anche a un eventuale additivo da poter aggiungere alla benzina: funzionale ed efficace soprattutto per chi prevede pause lunghe, anche di mesi. Ideale dunque per proprietari di auro d’epoca, decapottabili, moto che vengono usate solo in determinati mesi dell’anno. La cosa che sentiamo più di consigliare, però, è di rivolgersi sempre ad un’officina autorizzata e a meccanici qualificati non appena scorgiamo qualcosa che non va: agire per tempo può salvare il motore.