Home » Tesla, l’elettrico è finito: una batosta per i possessori

Tesla, l’elettrico è finito: una batosta per i possessori

Tesla ha deciso di ritoccare al rialzo e non di poco, le tariffe dei suoi Supercharger in Europa. Purtroppo, con l’aumento dei costi dell’energia anche la casa automobilistica americana è stata costretta a rivedere i prezzi dei suoi punti di ricarica. I consumatori sono decisamente allarmati e preoccupati.

Tesla, tramite un’apposita mail, invita i suoi clienti a verificare attraverso l’infotainment della vettura i nuovi costi. Infatti, anche all’interno del medesimo Paese, i prezzi della ricarica variano a seconda di Supercharger a Suèpercharger. Le novità e i rincari che preoccupano.

novità Tesla
Auto Tesla Giornalemotori.it

Leggendo le varie testimonianze, pare che l’incremento medio in Europa delle tariffe sia attorno a 0,12 euro a kWh. Per quanto riguarda l’Italia, le nuove tariffe arrivano fino a 0,66 euro a kWh. Di seguito, riportiamo anche alcune immagini delle nuove tariffe prese da una Tesla. Vale la pena di notare che la società di Elon Musk non è l’unica per la verità, e questo è bene sottolinearlo subito per dovere assoluto di cronaca,  ad aver aumentato le tariffe di ricarica a causa del rincaro dell’energia che è stato bello tosto  A febbraio 2022- ad esempio- era stato il turno- come molti certamente ricorderanno- di Enel X Way.  E visto che stiamo vivendo ancora una volta un momento decisamente molto ma molto delicato, è pure possibile che anche altre società che offrono sempre servizi di ricarica possano decidere di aumentare le loro tariffe. Pertanto- come si suol dire- è opportuno ” stare in campana”!

I rincari di Tesla

Gli aumenti tariffari dei Supercharger sono importanti e un pieno di energia potrà arrivare a costare diversi euro in più rispetto a prima. In ogni caso, le tariffe sono ancora allineate con la media del mercato,  anche se- dati  alla mano- ovviamente  meno convenienti di prima. I punti di ricarica di Tesla, ricordiamo, sono del tipo Ultrafast.

novità Tesla
Tesla Giornalemotori.it

Enel X Way, da colonnine fino a 150 kW fa pagare 0,75 euro a kWh e da quelle sopra i 150 kW 0,79 euro a kWh. Con Be Charge– invece- siamo a 0,65 euro a k Wh su colonnine fino a 149 kW e 0,79 euro a kWh sulle colonnine sopra i 150 kW. Insomma, i  tempi in cui i Supercharger erano gratis per tutti i clienti Tesla sembrano davvero molto ma molto lontani, praticamente appartenenti alla Prestoria!  Ma, visti gli aumenti, Tesla potrebbe iniziare a pensare a qualche sorta di abbonamento per chi fa un largo uso della sua rete di ricarica. E in tale maniera i clienti potrebbero certamente contare su un piccolo risparmio.